Carnevale/ Dolci della Tradizione

Fritole della Signora Giulia

La signora Giulia è la mamma di un mio collega. Qualche giorno fa passando dal suo ufficio ho visto queste frittelle sopra la scrivania, di colpo sono tornata indietro, le ho esaminate perché risultavano essere cotte bene e di colore chiaro. Da qui la curiosità e la richiesta della ricetta subito. Detto fatto appena arrivato il messaggio con la ricetta mi sono subito messa all’opera io ho aggiunto solo la vaniglia e il mio rum per dolci (Stroh) fantastico alla ricetta originale. Queste “fritole”, che sono di una semplicità come sanno esserelo le ricette delle nonne, sono veloci da fare, morbide, restano molto asciutte e buone sopratutto appena fatte!.

Fritole della Signora Giulia

Print Recipe
Serves: 6 Cooking Time: 45 minuti

Ingredienti

  • 3 uova 
  • 100 gr. di zucchero semolato
  • 150 ml. di vino bianco
  • 2 cucchiai di olio di mais
  • buccia grattugiata di 1 arancia
  • 1/4 di cucchiaino di vaniglia in polvere 
  • 1 cucchiaio e 1/2 di rum per dolci
  • 1 pizzico di sale 
  • 1 bustina di lievito
  • 300/310 gr. di farina 00
  • olio di arachide per friggere 

Istruzioni

1

In un recipiente metti le uova lo zucchero, il vino, l'olio, la buccia grattugiata dell'arancia, la vaniglia, il sale, il rum e con un mestolo (oppure con le fruste) mescola il tempo di far sciogliere un pò lo zucchero.

2

Aggiungi metà della farina, falla amalgamare al resto degli ingredienti

3

Aggiungi il lievito e il resto della farina o comunque quella necessaria per ottenere un'impasto morbido da poter formare delle palline con il cucchiaio.

4

Scalda l'olio a 180 gradi e con un cucchiaio cala nell'olio caldo piccole dosi di impasto.

5

Fai cuocere rigirandole, scola dall'olio e fai asciugare su carta assorbente.

6

Spolverizza con zucchero a velo quando saranno tiepide.

Note

A piacere, nell'impasto, si può aggiungere dell'uvetta sultanina lavata in acqua calda e asciugata.  

 

A presto Stefania

 

Potrebbe interessarti anche

10 Commenti

  • Rispondi
    Daniela
    22 febbraio 2017 at 21:06

    Mi ci posso tuffare sopra? Sono perfette, una identica all'altra.
    Sei bravissima.
    Fai i complimenti alla signora Giulia anche da parte mia, una ricetta da provare 🙂
    Un bacio

  • Rispondi
    Damiana
    22 febbraio 2017 at 21:41

    Ma sono di una perfezione mia cara.Bravissima tu e la signora Giulia😘

  • Rispondi
    Paola di cioccolatoamaro
    23 febbraio 2017 at 5:55

    Wow,perfette,fevono essere proprio golose e profumate,hanno un bel po' di vino,un abbraccio,buon giovedì grasso

  • Rispondi
    Italians Do Eat Better
    23 febbraio 2017 at 13:50

    Sono bellissime e molto golose! 🙂

  • Rispondi
    Unknown
    28 febbraio 2017 at 7:59

    ora le provo …il problema sarà farle belle rotonde come le tue…non mi riesce !

  • Rispondi
    solemare
    28 febbraio 2017 at 12:20

    Fatte le stiamo mangiando ora! Buone! buone! per la rotondità sto migliorando!grazie! renata fregonese

  • Rispondi
    Sandro Romano
    4 maggio 2017 at 23:18

    quanto son belle queste frittelle ! le voglio fare per una piccola festicciola in famiglia . che vino mi consigli ? ma il vino nell impasto non si avverte , vero ?? GRAZIE . si possOno riempire con un po di crema ?

  • Rispondi
    Sandro Romano
    6 maggio 2017 at 19:57

    NESSUNA RISPOSTA ?????

    • Rispondi
      developer
      7 maggio 2017 at 20:33

      Ciao Sandro, scusa se ti rispondo solo adesso, ma in questi giorni non mi sono messa al computer. Allora, il vino che ho messo nell'impasto è un comune vino da cucina, niente di particolare e non si sente per nulla. Per quanto riguarda il riempirle con la crema direi di no perché l'impasto è morbido ma consistente e non c'è spazio da riempire con la crema.
      Grazie per la tua visita e scusami per il ritardo. A presto!

    • Rispondi
      Sandro Romano
      8 maggio 2017 at 16:30

      grazie .

    Lascia una risposta