Carnevale/ Dolci della Tradizione

Frittelle (Fritole, Fritòe) di Carnevale Soffici, Soffici

Ogni tanto quando vado a casa dei miei genitori mi piace guardare e riguardare i vecchi libri, le riviste di cucina, o gli appunti di mia mamma. Spesso sono scritti su fogli o quaderni di recupero ed è bello ricordare da dove o da chi sono arrivate certe ricette e le occasioni in cui le abbiamo fatte; insomma è un tornare indietro con i ricordi.
La ricetta di queste frittelle è una di queste, io l’ho trovata tra gli appunti di mia mamma e non so esattamente la provenienza. Qui nel veneziano le ricette delle frittelle di carnevale sono a dir poco un’infinità, credo che ogni famiglia abbia una sua ricetta, magari molto simili tra loro ma comunque ogni famiglia ne ha una sua versione.
Queste frittelle secondo me sono buonissime e poi mi piacciono anche perché sono belle soffici, soffici.

Frittelle (Fritole, Fritòe) di Carnevale Soffici, Soffici

Print Recipe
Serves: 6 Cooking Time: 1 ora

Ingredienti

  • 300 gr. di farina 00
  • 2 uova
  • 50 gr. di zucchero
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 100 gr. di ricotta fresca
  • 2 mele di media grandezza
  • 1/2 cucchiaino di povere di vaniglia o 1 bustina di vanillina
  • buccia di 1 limone grattugiata
  • 40 ml. di grappa
  • 30 gr. di pinoli
  • 50 gr. di uvetta sultanina
  • 1 pizzico di sale
  • Inoltre
  • zucchero semolato

Istruzioni

1

Lava velocemente l'uvetta in acqua tiepida e poi mettila in ammollo nella grappa.

2

Sbuccia le mele e frullale o grattugiale.

3

Setaccia la farina con il lievito.

4

In un recipiente metti le uova con lo zucchero e con le fruste elettriche comincia a montarle, aggiungi il sale, le mele frullate, la ricotta, la buccia di limone grattugiata, la vaniglia, i pinoli, l'uvetta con la grappa e infine la farina setacciata insieme al lievito poca per volta.

5

Devi ottenere un impasto denso in modo fa formare delle frittelle che una volta fatte scivolare nell'olio rimangano il più rotonde possibile.

6

Scalda l'olio a 170°, e aiutandoti con un cucchiaio preleva delle piccole dosi di pasta e calale nel olio caldo, fai cuocere finché saranno dorate.

7

Appena saranno cotte asciugale velocemente nella carta assorbente, rotolale nello zucchero semolato e mettile su un piatto da portata.

A presto Stefania

Potrebbe interessarti anche

22 Commenti

  • Rispondi
    Sonia Moi
    28 Gennaio 2014 at 8:44

    Io sono quella che quando va a casa di qualcuno e sfoglie le riviste chiedo sempre se posso prenderle in prestito!
    Da voi si chiamano frittole, da noi Brugnolusu ma alla fine "il fine" è sempre quello, frittela con ricotta!

  • Rispondi
    sississima
    28 Gennaio 2014 at 9:11

    golose, golose! Un abbraccio SILVIA

  • Rispondi
    Mila
    28 Gennaio 2014 at 9:13

    Chiamiamole come volete, a me fanno morire e quindi mi segno la ricetta assolutamente da provare!!!!
    Buona giornata

  • Rispondi
    Valentina - La Pozione Segreta
    28 Gennaio 2014 at 9:14

    Devono essere golosissime!

  • Rispondi
    annalisa coppola
    28 Gennaio 2014 at 9:18

    mmmmmmmm buone buonissime!!!
    Annalisa
    ♥ ♥ ♥ ♥ ♥
    http://dolcicreazionidiannalisa.blogspot.it/
    https://www.facebook.com/dolcicreazionidiannalisa

  • Rispondi
    Federica Simoni
    28 Gennaio 2014 at 9:43

    😛 che buone!!!!

  • Rispondi
    Cristina D.
    28 Gennaio 2014 at 9:54

    Anch'io sono molto affezionata a certe ricette di mia mamma proprio perchè, come scrivi tu, sono legate a ricordi. Molte non le faccio neanche più perchè nel frattempo ho imparato qualcosa. Mia mamma per esempio faceva la frolla con il burro fuso. Ora mi vengono i brividi se ci penso ! Così come non faccio più i suoi semifreddi con le uova crude. Invece la ricetta delle frittelle è rimasta la stessa. Le tue mi piacciono molto, così tondette e perfette !

  • Rispondi
    Ely
    28 Gennaio 2014 at 10:25

    Belle, morbide, zuccherine.. un inno all'infanzia e alle cose vere, tesoro! Viene voglia di rubarne una direttamente dallo schermo: chissà che delizia.. correrei da te ora! <3 Complimenti, che desiderio di frittelle mi hai lasciato 😀

  • Rispondi
    Seleny Luna
    28 Gennaio 2014 at 10:39

    mmmm io adoro le frittelle di carnevale!!!*_*gnam gnam che gustosità!!^_^Un bacione…

  • Rispondi
    Damiana
    28 Gennaio 2014 at 12:01

    Le mele frullate!Ma che bella novità!Ne immagino tutto il profumo e poi la morbidezza data dalla ricotta sarà unica!Complimenti cara a te e alla mamma per averla conservata!

  • Rispondi
    sandra neiva
    28 Gennaio 2014 at 12:03

    Uns bolinhos fritos com muito bom aspecto, que cor gulosa.

    Beijinhos

  • Rispondi
    Mila
    28 Gennaio 2014 at 14:11

    Che tentazione! Ma perché i dolci più buoni sono sempre da friggere? 🙂

  • Rispondi
    paola
    28 Gennaio 2014 at 14:22

    ma hanno il segreto mele e uvetta e poi la ricotta saranno super morbidem bravissima, se me ne passi un paio mi fa piacere davvero tanto assaggiarle, giustoper poter dire come sono venute, scherzo magari poterle avere, un bacione e buon pomeriggio

  • Rispondi
    Semplicemente Buono
    28 Gennaio 2014 at 15:12

    bellissime, con quella granella di zucchero esterna che adoro… e poi mele e uvetta
    Non si può desiderare di più!!!!

  • Rispondi
    terry giannotta
    28 Gennaio 2014 at 16:03

    No, ti prego!! Mi sa che per un pò è meglio che non passo di qua … come si fa? Io sarei a dieta 🙁

  • Rispondi
    Mary Vischetti
    28 Gennaio 2014 at 21:00

    Del periodo carnevalesco mi piacciono solo le varie frittelle, bugie, frappe ecc… Le tue frittelle sono bellissime!! Anch'io metto la ricotta nell'impasto ma non ho mai messo le mele. Devono essere squisite a dir poco!!! Da fare subito!! Un abbraccio, Mary

  • Rispondi
    MARI Z.
    29 Gennaio 2014 at 8:18

    Buoneee!!! sento il profumo da quassù!!!! 😉

  • Rispondi
    Daniela
    29 Gennaio 2014 at 11:07

    Buoneee e che morbide che saranno con la ricotta nell'impasto 🙂
    Golose e invitanti.

  • Rispondi
    Angela Dolcinboutique
    29 Gennaio 2014 at 12:20

    E' una ricetta sicuramente diversa da quelle che ho già provato, e questo lascia intuire il fatto che muoio dalla voglia di sperimentare! A se potessi stra in cucina 24 ore al giorno non so cosa ne uscirebbe :)). Splendide Stefania. Un abbraccio

  • Rispondi
    Monica
    29 Gennaio 2014 at 15:20

    Buone!!!!!

  • Rispondi
    Chiara Setti
    30 Gennaio 2014 at 6:53

    Sono davvero belle le tue castagnole!! Qui le fanno anche con l'alchermes ma io le preferisco così! 😉

  • Rispondi
    Lisa F
    19 Febbraio 2015 at 11:17

    Che buone !!!! Complimenti ! Mi sono unita alle tue lettrici !
    Lisa

  • Lascia una risposta