Carnevale/ Dolci con le mele/ Dolci della Tradizione

Frittelle con Mele e Uvette

Quest’anno mi è presa la mania delle frittelle, le vorrei provare tutte. Questa è un’altra versione.

Frittelle con Mele e Uvette

Print Recipe
Serves: 6 Cooking Time: 1 ora

Ingredienti

  • 250 gr. di farina
  • 300 ml. di acqua
  • 70 gr. di burro
  • 1 pizzico di sale
  • 60 gr. di zucchero
  • 4 uova
  • buccia grattugiata di 1 arancia
  • 1 mela (di circa 200 gr. di peso da pulire)
  • 50 gr. di uvetta sultanina
  • 30 ml. ca. di rum
  • Inoltre
  • zucchero semolato o zucchero a velo

Istruzioni

1

Lava bene l'uvetta sotto l'acqua corrente e mettila in ammollo nel rum.

2

In un pentolino metti l'acqua con il burro e il sale.

3

Appena prende il bollore togli dal fuoco e aggiungi la farina tutta in una volta, mescola bene e rimetti sul fuoco.

4

Fai cuocere, sempre mescolando, finché l'impasto si stacca dalle pareti. Praticamente è lo stesso procedimento che si usa per fare i bignè.

5

Togli dal fuoco e fai raffreddare.

6

Aggiungi all'impasto le uova, una per volta, mescolando fino ad ottenere un impasto simile ad una crema.

7

Aggiungi anche lo zucchero e la buccia grattugiata dell'arancia.

8

Fai riposare l'impasto per circa 30-40 minuti.

9

Lava, sbuccia e taglia a pezzetti piccolissimi la mela, aggiungila all'impasto.

10

Aggiungi anche l'uvetta senza strizzarla e anche 1-2 cucchiai del rum.

11

Scalda l'olio a 170°, friggi prelevando delle piccole quantità di impasto.

12

Scola, fai asciugare nell'apposita carta assorbente e cospargi con zucchero semolato o a velo.

 

A presto Stefania

Potrebbe interessarti anche

20 Commenti

  • Rispondi
    Silvia Ferrante
    7 Febbraio 2015 at 17:29

    Queste mi ispirano moltissimo. Fino ad ora ho fatto un po' di fritti tranne ma le frittelle mi mancano ancora.
    A presto,
    Silvia.

  • Rispondi
    Patalice
    7 Febbraio 2015 at 17:42

    …sono più tipo da lattuga, o chiacchiera, dipende da dove vivi e da come si chiamano da te…
    però se mangio una frittella la scelgo alle mele!
    e l'aggiunta di uvetta… voto 11

  • Rispondi
    Debora Ferrari
    7 Febbraio 2015 at 17:51

    Carissima queste frittelle, mi riportano indietro nel tempo, a quando ero una bambina e per la festa di carnevale la mia nonna preparava frittelle di mele e uvetta! Grazie per questa meravigliosa ricetta.
    Chiaramente prendo una frittella e la ricetta:-)
    Debora

  • Rispondi
    paola
    7 Febbraio 2015 at 20:17

    wow,che frittelle,divine,complimeti carissima,un bacione e buona domenica

  • Rispondi
    ~ Inco
    7 Febbraio 2015 at 21:52

    che meraviglia..una tira l'altra..
    Uhmmmm

  • Rispondi
    i Pasticci di Terry
    8 Febbraio 2015 at 6:44

    Io vado matta per i dolci del carnevale, peccato che sono fritti …. Comunque ti capisco, anche io ci ho dato dentro quest'anno! Meravigliosa anche questa versione. Pero non mi hai detto come fai a farle cosi belle tonde 🙁

    • Rispondi
      developer
      14 Febbraio 2015 at 11:17

      Terry cara è vero! le mie frittelle penso che siano abbastanza rotonde per..fortuna.
      Mia mamma mi ha insegnato a provare l'impasto con un cucchiaio, se scende senza fare la coda rimangono in forma altrimenti aggiungi un pò di farina. Sono ricette che le dosi le devi aggiustare un pò ad occhio! un bacione cara a presto!

    • Rispondi
      i Pasticci di Terry
      14 Febbraio 2015 at 14:55

      Grazie mille! ♥

  • Rispondi
    Angela Dolcinboutique
    9 Febbraio 2015 at 6:30

    Queste sono così belle e invitanti che le provo sicuramente come smaltimele :). Devono essere buonissime. Un saluto e buona settimana Stefania!

  • Rispondi
    laura
    9 Febbraio 2015 at 10:33

    Mamma mia che bontà!!Me le mangerei tutte!! 🙂

  • Rispondi
    Silvia A.
    9 Febbraio 2015 at 17:12

    Io sono golosissima di tutte queste dolci fritture di carnevale!! mi piace la tua versione con l'aggiunta delle uvette! dà un tocco in più!!

  • Rispondi
    Fairyskull
    12 Febbraio 2015 at 17:38

    Che gola queste frittelline!!! Complimenti! 😉

  • Rispondi
    Patrizia
    13 Febbraio 2015 at 8:18

    Sbaglio o questo tipo di frittella è adatta ad essere riempita con la crema??
    Ne ho assaggiate alcune con crema al pistacchio che erano fenomenali.
    Comunque continuo a preferire la classica fritoa veneziana.

    • Rispondi
      developer
      15 Febbraio 2015 at 17:01

      Non proprio Patrizia, si gonfiano si, ma non abbastanza da contenere la crema.
      Le classiche veneziane non le ho ancora fatte ma ci sto pensando!
      un abbraccio a presto!!

  • Rispondi
    Cristina D.
    13 Febbraio 2015 at 17:36

    Ciao Stefania, sono passata a salutarti dopo tanto tempo. Spero che tu stia bene. Anch'io adoro le frittelle ma per quest'anno…ho già dato ! Un bacione

    • Rispondi
      developer
      15 Febbraio 2015 at 17:06

      Tesoro che piacere ritrovarti! vedo che anche tu sei un po' latitante dal blog!
      Sicuramente anche tu come me sarai presa da mille cose!
      un abbraccio a presto!

  • Rispondi
    Sara B
    20 Febbraio 2015 at 14:03

    Ciao Stefania, stranamente sto riscoprendo anch'io la frittura: è un tipo di cottura che snobbo moltissimo (non perché non mi piaccia ma perché il mio stomaco lo rifiuta!) ma ho visto che con un buon olio ed un perfetto controllo della temperatura riesco a cavarmela discretamente, e pure il mio stomaco 😀
    E' sempre un piacere passare di qua, ho visto anche la torta di mele norvegese… fantastica!

  • Rispondi
    Ketty Valenti
    25 Febbraio 2015 at 10:53

    Sono deliziose davvero e per quanto non tolleri la frittura devo convenire che ha sicuramente il suo bel fascino,certe cose si devono proprio friggere non c'è niente da fare!
    Oggi sul mio blogghino ho riproposto una tua ricetta,squisitaaaaaa,grazie 😉
    Z&C

  • Rispondi
    António Jesus Batalha
    17 Marzo 2015 at 16:17

    É para mim uma honra acessar ao seu blog e poder ver e ler o que está a escrever é um blog simpático e aqui aprendemos, feito com carinhos e muito interesse em divulgar as suas ideias, é um blog que nos convida a ficar mais um pouco e que dá gosto vir aqui mais vezes.
    Posso afirmar que gostei do que vi e li,decerto não deixarei de visitá-lo mais vezes.
    Sou António Batalha.
    PS.Se desejar visite O Peregrino E Servo, e se ainda não segue pode fazê-lo agora, mas só se gostar, eu vou retribuir seguindo também o seu.
    Que a Paz e saúde esteja no seu coração e no seu lar.
    http://peregrinoeservoantoniobatalha.blogspot.pt/

  • Rispondi
    Profumi di Pasticci
    28 Aprile 2015 at 8:26

    che bontà questi gnocchetti, mi ricordano la mia infanzia…ciao ciao
    Anna
    http://profumidipasticci.blogspot.it/

  • Lascia una risposta