Torte da forno

Torta Pazientina

 

La torta pazientina è un dolce di origine padovana. E’ formato da due strati di pasta bresciana, uno strato di pan di spagna aromatizzato con dello sciroppo (bagna) al rum e 2 strati di crema zabaione.
La storia di questo dolce è legata a due leggende: una leggenda racconta che questo tipo di dolce si dava ai convalescenti come ricostituente e l’altra leggenda invece sembra anche essere più vicina alla realtà, racconta che il nome di questo dolce derivi dal fatto che per prepararlo serve molta pazienza per la sua lunga preparazione.
Comunque sia con un pò di pazienza ti viene un buonissimo dolce!

 

Torta Pazientina

Print Recipe
Serves: 8

Ingredienti

  • Per la pasta bresciana
  • 150 gr. di nocciole tritate
  • 100 gr. di mandorle tritate
  • 250 gr. di farina
  • 250 gr. di zucchero
  • 250 gr. di burro
  • 1 tuorlo medio
  • l'interno di 1/2 bacca di vaniglia
  • 1/2 cucchiaino di lievito per dolci
  • Per il pan di spagna con uno stampo da 26 cm. di diametro
  • 5 uova
  • 3 tuorli
  • 220 gr. di zucchero
  • 20 gr. di miele
  • 180 gr. di farina
  • 50 gr. di fecola di patate
  • Per la crema allo zabaione
  • 4 tuorli
  • 3 uova
  • 125 gr. di zucchero
  • 50 gr. di amido di mais
  • 125 ml. di vino bianco secco
  • 125 ml. di marsala secco
  • 1 pizzico di sale
  • Per la bagna al rum
  • 4 cucchiai di acqua
  • 60 gr. di zucchero
  • 1 cucchiaio di rum
  • Inoltre
  • 1 tavoletta di cioccolato gianduia da gr.100

Istruzioni

1

Per la pasta bresciana

2

Mischia le nocciole tritate alle mandorle tritate, al lievito, alla vaniglia e alla farina.

3

Nel recipiente della planetaria lavora il burro con lo zucchero, aggiungi il tuorlo e infine la farina con le nocciole, le mandorle e il resto degli ingredienti come per una normale frolla.

4

Lavora rapidamente il tutto, forma un panetto, avvolgilo in carta pellicola e mettilo a riposare in frigo per alcune ore.

5

Stendi l'impasto ottenuto di uno spessore di circa 1/2 cm. e ricava un quadrato delle dimensioni della teglia che userai per cuocere la bresciana ( cm. 32x35 circa) cuoci in forno caldo a 180° per circa 25 minuti.

6

Fai raffreddare e poi dividi il biscotto di bresciana ottenuto a metà.

7

Per il pan di spagna

8

Setaccia e unisci le due farine.

9

Monta le uova con lo zucchero e il miele finché il composto sarà ben montato (quindi quando alzando le fruste dal composto questo "scrive").

10

Aggiungi al composto le farine incorporandole un poco per volta e mescolando dal basso verso l'alto facendo attenzione a non smontarlo.

11

Versa il composto nella tortiera imburrata e infarinata e cuoci in forno caldo a 180° per circa 30-35 minuti.

12

Togli dallo stampo e fai raffreddare.

13

Ricavane della fette di uno spessore di circa 1 cm. e 1/2.

14

Per la crema allo zabaione

15

In un pentolino metti il vino e il marsala e fai scaldare senza portare ad ebollizione.

16

In un recipiente unisci le uova con lo zucchero, l'amido di mais, il pizzico di sale e unisci il tutto al marsala e vino.

17

Mescola bene aiutandoti con il frullatore a immersione e continua a cuocere finché la crema si sarà rassodata.

18

Versa la crema in un recipiente di vetro e fai raffreddare.

19

Per la bagna al rum

20

In un pentolino fai bollire l'acqua con lo zucchero, quando lo zucchero si sarà sciolto spegni, fai raffreddare, quindi aggiungi il rum.

21

Assemblaggio del dolce

22

Metti da parte 3 cucchiaiate di crema zabaione.

23

Adagia una metà della bresciana sul piatto da portata, stendici metà della crema.

24

Sopra la crema le fette di pan di spagna, profuma il pan di spagna con la bagna al rum e poi stendi sopra il resto della crema zabaione.

25

Chiudi con l'altra metà della bresciana e metti a riposare in frigorifero.

26

Al momento di servire spalma un velo sottilissimo di crema, che avevi messo da parte, sulla superficie del dolce e decora con dei riccioli di cioccolato gianduia.

27

I riccioli di cioccolato li puoi ottenere grattugiando la tavoletta di cioccolato con la grattugia grossa.

28

Spolverizza leggermente con del zucchero a velo.

 

 

Potrebbe interessarti anche

22 Commenti

  • terry giannotta
    10 Maggio 2013 at 7:45

    Bella! A prima vista mi sembrava una diplomatica ma poi guardando bene, si vede che non è pasta sfoglia. Mi sa che è buonissima!
    Buona giornata Stefania 😉

  • SQUISITO
    10 Maggio 2013 at 7:53

    non conoscevo questo dolcetto da nome simpatico…lo proverò sicuramente cara!
    bacio

  • Memole
    10 Maggio 2013 at 8:11

    Ha un aspetto proprio invitante!!!

  • Pasticciona AiFornelli
    10 Maggio 2013 at 9:04

    non conoscevo questo dolce..mi sembra una bomba! ^_^ ci credo che fortifica chiunque! eheh
    me la segno e la proverò spero presto
    A presto, Maria

  • Valentina
    10 Maggio 2013 at 9:31

    Ciao Stefania 🙂 Beh, ci vorrà anche pazienza ma ne vale ampiamente la pena! 😀 E' una torta bellissima e golosa, ci proverò! 😉 Complimenti e un forte abbraccio, buon weekend! :**

  • Marzia F.
    10 Maggio 2013 at 9:43

    invitante davvero!

  • Geillis
    10 Maggio 2013 at 10:47

    In effetti la preparazione è abbastanza laboriosa, ma direi che il risultato è davvero notevole e ripaga tutta la fatica!

  • Seleny Luna
    10 Maggio 2013 at 12:26

    mmm..come sembra delizioso…^_^..vorrei proprio essere brava come te..sei straordinaria i tuoi dolci sono favolosi!!!^_^

  • paola
    10 Maggio 2013 at 13:14

    ovviamente essendo io di un'altra zona non ne conoscevo l'esistenza, ecco mi perdevo moltissimo, grazie per averla postata mi sembra una torta deliziosa, troppo buona da dover ripeto dover fare obbligatoriamente, un bacione e buon w.e.

  • Ketty Valenti
    10 Maggio 2013 at 13:38

    Certo che effettivamente un pochetto di pazienza ci vuole davvero….però il risultato di sicuro ripaga,è una torta ricca e bella anche a vedersi….ma tu sei talmente capace che dalle tue manine solo prodezze ne derivano 😉
    Z&C

  • Dana Ruby
    10 Maggio 2013 at 15:10

    Per tutte le cose buone e belle ci vuole tanta pazienza guarda che risultato! Fantastica come sempre

  • Daniela
    10 Maggio 2013 at 21:39

    E' la prima volta che sento nominare questo dolce, bellissimo e molto molto goloso 🙂
    Buon fine settimana

  • Aliza
    11 Maggio 2013 at 9:52

    invitante è dire poco… stimolante è la parola giusta, grazie ciao

  • Cucina Tollerante
    11 Maggio 2013 at 20:11

    Complimentissimi!!! non lo avevamo mai sentito nemmeno noi, ma è davvero delizioso! mi sa che proveremo a rifarlo senza latticini!!!

  • cucinalà Laura
    12 Maggio 2013 at 7:40

    La pazientina!!! Proprio uguale a quella che fanno a Padova, sei stata bravissima!

  • Il profumo dei colori
    13 Maggio 2013 at 10:47

    nn conoscevo questo dolce, ci vorrà anche un po' di tempo a prepararlo ma il risultato finale fa venir voglia di cimentarsi.
    a presto Nahomi

  • Italians Do Eat Better
    13 Maggio 2013 at 20:08

    Che mneraviglia! Questa torta la voglio proprio assaggiare, complimenti!

  • lucy
    14 Maggio 2013 at 5:33

    assolutamente non conoscevo questo dolce per cui sono contenta d aver imparto qualcosa di nuovo.buonissima!

  • Mariabianca
    14 Maggio 2013 at 16:35

    Che bella torta,non ne conoscevo l'esistenza. Grazie per la condivisione.

  • Unknown
    5 Agosto 2016 at 15:57

    le dosi degli ingredienti per quante persone sono?

  • developer
    23 Agosto 2016 at 21:28

    Per circa 6-8 persone

  • Lascia una risposta